Il DPCM che entrerà in vigore lunedì 15 giugno ci dice cosa sarà consentito fare e cosa non, con le rispettive riaperture: dal 25 giugno si potrà tornare a giocare a calcetto e a praticare tutti gli altri sport di “contatto”; rinviata la riapertura delle discoteche: “ Restano sospese fino al 14 luglio 2020 le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, le fiere e i congressi”.

Riaprono, invece, parchi giochi e centri estivi per bambini. Da lunedì sarà attiva in tutta Italia anche “Immuni”, l’applicazione per tracciare i positivi al Covid-19. Il ministro Boccia dichiara: “Siamo arrivati al punto che ognuno deve assumersi la responsabilità delle proprie scelte”, riferendosi alle eventuali decisioni di ciascuna Regione di allentare i divieti.

Inoltre, nel nuovo decreto, sono consentite le riaperture di cinema, teatri, sale da concerto, dove gli spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia rispettata la distanza interpersonale di un metro sia per il personale che per gli spettatori non conviventi; il numero massimo di spettatori è 1000 per gli spettacoli all’aperto, mentre 200 per gli spettacoli al chiuso. In ogni caso, restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni.

Per quanto riguarda i viaggi, sono vietati fino al 30 giugno: gli spostamenti da e per Stati e territori diversi da quelli dell’Unione europea salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Non sono soggetti ad alcuna limitazione gli spostamenti da e per Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord; Andorra, Principato di Monaco; Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano, e a decorrere dal 16 giugno 2020, Albania, Bosnia e Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Macedonia del nord, Serbia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *